Gelato Tiramisù


Un gelato in cui ho riprodotto fedelmente la classica ricetta del tiramisù, aggiungendo solo la granella di cioccolato fondente.

Il tiramisù è una ricetta relativamente recente, nacque infatti a Treviso nel 1970. Ma è come se ci fosse da sempre, ormai entrato nei gusti che tutti amano di più. Per creare questo gelato ho voluto attenermi scrupolosamente alla ricetta originaria, riproducendo passo dopo passo il dolce della nonna, una crema al mascarpone adagiata su uno strato di savoiardi inzuppati con caffè e marsala. Unica deroga alla tradizione l’aggiunta di granella di cioccolato fondente.

i Consigli di Gunther Gelato

Il gelato Tiramisù andrebbe gustato in purezza, da solo in coppa. Abbinatelo, se proprio volete, ad una bella tazza di caffè, altrimenti, ancor più semplicemente ai vostri ricordi di bambino.

i Consigli di Gunther Gelato

Come nasce il Mio Gelato Tiramisù

Gli ingredienti che fanno grande il mio Gelato Tiramisù

SAVOIARDI
La storia dei savoiardi è quindi molto incerta, secondo la leggenda per accogliere il re di Francia in visita, Amedeo VI di Savoia fece preparare dai cuochi di corte un biscotto particolare per far colpo sul Re. Siamo intorno alla metà del 1300 e da quel giorno i savoiardi si sarebbero diffusi in tutta Italia e in Europa grazie alle influenze di casa Savoia. Tanti nomi ma un solo biscotto, semplice da realizzare, soffice utilizzato per tantissime ricette. I savoiardi, tipici biscotti della cucina piemontese, vengono impiegati nella preparazione del tiramisù (dolce molto amato dal Conte di Cavour) e della zuppa inglese ma anche inzuppati nel latte da soli. I Savoiardi sono dei biscotti molto leggeri e friabili, di forma oblunga, preparati con un impasto nel quale gli albumi, montati separatamente a neve, apportano una notevole leggerezza. Una ricetta cinquecentesca ne indica la composizione: «Si fanno con poca farina, albume d'uovi e zuccaro».

MARSALA
Il Marsala è un vino liquoroso, prodotto prevalentemente in Sicilia, il primo vino DOC della storia vinicola italiana. E’ prodotto con il metodo soleras che consiste nel sovrapporre delle botti di rovere, le quali vengono riempite con il vino a partire sempre dall’alto e poi prelevato dal basso. Il marsala può avere diverse colorazioni a seconda dell’uva con il quale è stato prodotto. Inoltre può essere secco o semisecco, a seconda della concentrazione di zucchero. Il pregio del marsala varia a seconda degli anni di invecchiamento ed in base alle aggiunte che vengono eseguite (ne esiste anche una variante all’uovo). Questo vino è molto versatile ed è utilizzato in cucina per preparare deliziose carni bianche aromatizzate, ma anche per connotare il sapore di dolci e torte come i cannoli e la cassata siciliana. Nel mio gelato utilizzo il Marsala dell’azienda Florio, prodotto da uve bianche Grillo e Cataratto coltivate nei territori della Fascia costiera del comune di Marsala ed entroterra della provincia di Trapani. Uno dei segreti di questo marsala di qualità è l’invecchiamento: infatti matura in botti di rovere di diversa capacità per almeno 30 mesi, 6 mesi in più rispetto a quanto previsto dal disciplinare.

100% Gelato Artigianale Italiano

Seguici su
Facebook Instagram YouTube

© 2016 Gunther Gelato Italiano® - Punto Gelato Pettinari S.r.l. - P.Iva 11862531008